L’eterna lotta tra l’uomo e il gatto scavatore

Sono passati 7 mesi dall’ultimo aggiornamento sul mio orto sul terrazzo, e un sacco di acqua è passata sotto i ponti (e nell’innaffiatoio). Eravamo rimasti a settembre che avevo trovato le piante mezze morte al rientro dalle vacanze, anche se avevo coperto la terra con paglia e pigne anti-gatto. Avevo appena adottato un piccolo ulivo, e avevo iniziato a seguire le fasi lunari avvalendomi dei consigli dei mitici Paunger e Poppe.

orto sul terrazzo

Il piano era di far crescere gli ortaggi all’ombra di qualche alberello che può stare in vaso, visto che il terrazzo è troppo scoperto e le piante soffrono il vento e il sole a picco, e i miei 5 pianeti in vergine lo stanno perseguendo con tutta la loro testardaggine, tanto è vero che c’è un nuovo arrivato, un ciliegio che mi ha regalato zac per San Valentino.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito