Pollo piccante, alla zucca

Se per caso doveste sentire un pollo che bussa energicamente dall’interno del vostro frigorifero, e sempre per caso, aprendo la porta con una certa ritrosìa, lo sentiste dire con tono incalzante: “uè, mi hai scongelato ieri, che vogliamo fare, mi cucini o mi getto direttamente nella pattumiera? O te lo devo dire io che il cibo scongelato va consumato nelle 24 ore?”

pollo piccante ricetta

A parte aver scoperto che il pollo in questione è napoletano, sappiate che questa ricetta è perfetta se non avete voglia di cucinare e però non vi va proprio di accompagnare ancora una volta nel forno il vostro impaziente amico solo con uno sparuto rametto di rosmarino sotto l’ala e un recalcitrante spicchio d’aglio nella pancia.

E per quanto mi riguarda, siccome mi ritrovavo anche un bel pezzo di zucca tagliato a cubetti *molto* piccoli e perfettamente uguali in uno dei miei tanti momenti di psicopatia proprio il giorno prima (e voi conoscete l’aspettativa di vita della zucca *dopo* essere stata sezionati in minuscoli pezzettini, no?) quando ho scovato all’ultimissimo momento questa ricetta su “cucina di stagione” ho capito che qualcuno stava cercando di dirmi qualcosa :-P

Ammetto che ha giocato il suo ruolo soprattutto il fatto che il pollo con la zucca non ce lo avevo mai accoppiato, e quindi anche la curiosità ha avuto il suo; e devo dire che il matrimonio funziona molto meglio di quanto avrei creduto, la zucca trasformandosi con la paprika e la carne in un sughetto agrodolce-piccante che supplica la presenza di un pezzettino di pane. O di questo pseudo-injera che ha poco da invidiare al fratellino originale (che è fatto però con la farina di teff, pressochè introvabile da noi, ma della quale si possono trovare tracce qui e qui).

La ricetta è molto simile all’originale, ho solo omesso la panna acida per incompatibilità animale pollo-mucca, sostituito l’olio di arachidi con quello di oliva e adattato le dosi a quello che avevo.

Ingredienti:
1 chilo di pollo vissuto nel modo che sapete
4 cucchiaini di paprika
1 peperoncino piccante piuttosto grande
800 grammi di zucca
olio extravergine d’oliva
200 grammi d’acqua
sale integrale
pepe in grani

Preriscaldate il forno a 180°C.

Versate l’acqua in un pentolino e portatela a ebollizione, spegnete, aggiungete la paprika e il peperoncino tritato finemente a coltello, mescolate bene e lasciate in infusione una decina di minuti.

Lavate il pollo e tagliatelo a pezzi della misura che preferite. Inserite il coltello nelle articolazioni tra un osso e l’altro; in questo modo separare i pezzi sarà facile e non vi ritroverete pezzettini di osso nella carne.

Tagliate la zucca a pezzi, vanno bene anche di una dimensione più umana dei miei, e metteteli in una ciotola di vetro bella grande, aggiungete il pollo, l’acqua con le spezie, un po’ d’olio, il sale e il pepe e mescolate bene tutto con le mani.

Rivestite la leccarda del forno con la carta oleata, adagiateci sopra il pollo con il suo condimento e infornate per un’oretta, o fino a quando il pollo non avrà un bel colore dorato-aranciato.

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

16 comments

  1. jennifer ha detto:

    Mumble mumble…l’ho fatto fuori ieri il pollo felice-non piu’ felice…..vabbe’ alla prima occasione un altro fara’ la stessa fine…se nn usassi la zucca,con cosa la potrei sostituire????Baci!!!!Je’

  2. Paolo ha detto:

    Abbinamento inusuale, utilizzo del peperoncino e della paprica smorza il dolce della zucca… ben fatto

  3. Gloria ha detto:

    Pollo e zucca insieme li avevo provati, sono buonissimi davvero! Sono incantata dai cubetti di zucca che sei riuscita a tagliare… Io mi sarei stufato dopo i primi due pezzi!

  4. marcella ha detto:

    Buona la zucca!
    Ma il mio spacciatore mi ha detto di non averne più! Devo trovarne un altro…che mi dia la “roba”…
    E se provassi a farlo con il seitan anzichè con il povero pennuto?
    Mumble mumble…

  5. Donatella ha detto:

    Mi stuzzica molto questa accoppiata,con il piccante e il dolce della zucca!

  6. Maria Rosa ha detto:

    Uè ! Che vulimm’ fa ??!! M’ai scungelat aier….m vuò cocer’ o m’ vutt nd’a munnezz??!!!

    Che bello il pollo napoletano felice !!!!

    :)))

    Interessante l’abbinamento con ‘a cocozz

  7. Ely ha detto:

    che accoppiata brillante! mai usata ma molto attraente! ciao Ely

  8. manu e silvia ha detto:

    Una ricetta davvero originale! La zucca con il piccante ci sta davvero bene, un accostamento perfetto per il pollo!
    baci baci

  9. Maria Rosa ha detto:

    Ti rispondo qui.

    Sono “trapiantata” ( anche se poi rimangono lunghissime e forti radici….e quindi è meglio dire che mi sono spostata per talea :)ma non sono napoletana; la mia famiglia vive in provincia di Salerno.

    :)

  10. jose manuel ha detto:

    Que pollo más atractivo. Dan ganas de pegarle un bocado a tu receta. Riquisima. Gracias por la receta

  11. terry ha detto:

    un accopiata tutta da provare!
    mi pare semplice ma gustoso allo stesso tempo! bella ricetta!

  12. melly ha detto:

    Ho provato la ricetta e l’ho trovata eccezionale. Mi piace moltissimo la fusion sapore asciutto pollo-dolce fresco zucca e il piccante che diverte sempre!!

  13. izn ha detto:

    @melly: che bellooooo averti qui tra noi la mia amichetta di (quasi) infanzia :-)))

  14. Valentina ha detto:

    Abbinamento favoloso! Ho provato la ricetta e la zucca gialla con quel po’ di piccante è ottima! Indimenticabile il profumo che usciva dal forno…

  15. silviomarsan ha detto:

    mi piace il termine “pollo vissuto nel modo che sapete…”
    ti mando http://www.pollisanbartolomeo.it
    se abiti a roma e dintorni riesco anche a mandartene uno da assaggiare
    complimenti per il sito
    silviomarsan

  16. izn ha detto:

    @silviomarsan: ehm… e mi sa che era proprio un pollo dei tuoi quello vissuto nel modo che sapete. Il pollo che cucino io è o san bartolomeo o lo spicchio (ma prima o poi mi farò i miei). E le uova o san bartolomeo o san bartolomeo. A proposito, ma quelle bellissime uova bianche perché non le trovo più nei vostri pacchetti? Mi piacevano tanto :-)

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito