Dalle cabosse al cioccolato solido

Mi sembrava passato un secolo dall’ultimo post e sono andata a verificare… che orrore, lo è!
E allora eccomi qui di buona lena a cercare di recuperare il tempo perduto. Sarà un post parecchio lungo, ma vi devo dire un sacco di cose e se avrete la pazienza di seguirmi, penso che lo troverete interessante (anche se non suggestivo come la foresta pluviale ;-).

fave di cacao

Eravamo arrivati alla maturazione dei frutti del nostro affascinante albero, faceva un caldo soffocante e le cabosse pendevano con i loro bei colori vivaci, pronte per essere raccolte (questo video non è un granché, ma dà un’idea di come si presentano gli alberi). Questa situazione si presenta normalmente due volte l’anno, una in cui il raccolto è più abbondante e pregiato e l’altra in cui il raccolto è più scarso e qualitativamente peggiore. Questi due periodi variano a seconda della zona di coltivazione.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito