L’uovo consapevole

Con l’avvicinarsi della Pasqua mi capita spesso di fare qualche riflessione sul cibo tipico di questo periodo e dunque mi è sembrato doveroso scrivere qualcosa a proposito delle uova di cioccolato. Ricordo che volevo farlo anche l’anno scorso, ma che non ne avevo avuto il tempo. Ecco, quest’anno l’ho trovato!

Vi confesso che il primo impeto che ho di fronte a questo frenetico acquistare uova di tutti i colori (e gli incarti di cosa sono fatti e dove vanno a finire?), di tutte le dimensioni (ma chi se lo mangia poi tutto questo cioccolato?), fatti con cioccolato non meglio identificato (dove, come, in che condizioni è prodotto? Ed è buono?!?) e contenenti sorprese di dubbio gusto e utilità e dannose per l’ambiente, peraltro a prezzi assurdi, il primo impeto dicevo, è di ribellione totale. Della serie: l’uovo di Pasqua non si deve comprare! Compriamo solo tavolette ultraconsapevoli!

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito