Febbraio: delle acque (e del vino frizzante)

Allora: da mesi cerco sul web i consigli riportati sulle pagine di carta dei primi “Salute Naturale” (vi penso… ma quanto vi penso?). Poi, è bastato inserire nel motore di ricerca il nome del saggio cinese Shia Chen (sempre citato negli editoriali del mensile) et voilà!. Non ho ancora avuto il tempo di curiosare per benino in tutto il sito, ma quel poco che ho letto mi sembra interessante. Adesso vi riassumo, come al solito.

febbraio candelora

Si diceva, Shia-Chen. Saggio cinese. “Ogni stagione ci porta il suo tormento e il suo piacere”. Gennaio è bello. Oh, sì, tutto bianco, e puro, e di attesa. Ma è troppo lungo. Troppo lungo. Decisamente troppo lungo (peggio dei miei post). Quest’anno sono arrivata al 31 sfiancata. Proprio come al nono mese di gravidanza, che non si vede l’ora di perdere le acque. Sarà che questo è l’inverno più freddo e nevoso che i Vorpommern ricordino da che la Germania è una (e anche prima). Sarà. Ma ne ho atteso la fine come una liberazione.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito