Dutch baby

Quando voglio iniziare veramente bene una giornata, comincio facendo una colazione meravigliosa, lenta, due laghi di tè (lago = tazza gigante) con limone o latte e miele, pane, burro e marmellata, oppure questa ricetta semplicissima, veloce e magica che ho trovato su un sito dove vado spesso a fare dei vagabondaggi, bakingbites.

dutch baby ricetta

È pieno di pubblicità di tutti i tipi, consigli per acquistare questo o quello, ma qua e là si trovano delle ricette proprio deliziose e veramente americane. Il fatto è che il pasto che mi piace di più in assoluto è proprio la colazione. E non è esattamente un pasto nudo, lo ammetto :-)

Questa frittellona è bellissima da fare se ci sono bimbi nelle vicinanze, perché nel forno succede una magia: cresce, cresce, cresce a vista d’occhio, fuoriesce dalla padella, e al centro diventa gonfia come una mongolfiera. Salvo poi, appena la tirate fuori dal forno, sgonfiarsi alla velocità della luce.
Passano pochi secondi da quando nel forno sembra un palloncino a quando si affloscia in tavola; infatti è difficilissima da fotografare, e vi assicuro che è molto ma molto più bella di quello che sono riuscita a catturare io in questi scatti velocissimi.

Ovviamente non potevo non infilare anche qui il discorso sul mangiare consapevolmente… solo due paroline sulle uova, sarò brevissima. L’uovo, naturalmente parlo di uova provenienti da “allevamenti all’aperto” (non “a terra” – a terra vuol dire che le galline sono a terra, ma chiuse dentro i recinti e non vedono mai la luce del sole) e da galline sane e felici; l’uovo, dicevo, è stato a lungo ritenuto responsabile dell’aumento del tasso del colesterolo nel sangue a causa della colesterina che è effettivamente presente nel tuorlo.

colazione americana

Bisogna però ricordare che nell’albume esiste una sostanza che si chiama vidina, antagonista della colesterina. La bioterapia nutrizionale sostiene che mangiando l’uovo come la natura l’ha fatto, nella sua interezza, l’organismo non ne viene disturbato.

L’ennesima prova che la natura ci suggerisce sempre ciò che è più giusto per noi; con questo non voglio dire che non bisogna mai utilizzare le uova separando totalmente gli albumi dai tuorli (e le meringhe?!!), ma solo di non farlo spesso, tenendo in considerazione cosa significa la nostra scelta e a cosa può portare. In medio stat virtus.

dutch baby ricetta facile

Una delle cose più belle di questo pancakone è che potete provarlo in una infinità varietà di versioni; tra tutte quelle che abbiamo amato di più è quella con fettine di banana (basta aggiungerle all’impasto subito prima di infornare) o con una dadolata di fragole fresche sparse sopra.

frittelle al forno per colazione

Non so quante volte ho provato a fotografarla, ma anche con l’aiuto di Francesco che me la tira fuori dal forno mentre io sono già appostata con la macchina fotografica e il dito sull’otturatore, non sono mai riuscita a riprenderla in tutta la sua cicciosità. È proprio una frittella magica, e timida.

Ingredienti:
2 uova grandi
60 grammi di farina 0
120 ml di latte
1 cucchiaio di zucchero
1 presa di vaniglia in polvere
1 presa di sale
15 grammi di burro, sciolto e intiepidito

Preriscaldate il forno a 200°C.

Mettete a scaldare nel forno una padella di acciaio o di ferro di 15 cm di diametro. Setacciate la farina in modo da farle incorporare più aria possibile, darà leggerezza all’impasto. Mescolate (a mano o con il mixer) le uova, la farina, il latte, lo zucchero, la vaniglia, il sale e il burro fino a ottenere un composto molto liscio.

Togliete la padella dal forno e spennellatela velocemente con un po’ di burro (o meglio di burro chiarificato), poi versate il composto nella padella bollente e infornate. Lasciate cuocere per 15-20 minuti o fino a quando il dutch baby sarà dorato.

Fatelo scivolare dalla padella su un piatto di portata e servitelo immediatamente con sciroppo d’acero e panna montata, o banane tagliate fettine sottili, o limone e zucchero, o inventate quello che vi piace di più, anche aggiungendo ingredienti salati.

Se vi piace potete aggiungere all’impasto cannella, chiodi di garofano e noce moscata macinati di fresco. Io l’ho fatto ed è una cosa che veramente migliora la giornata.

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

13 comments

  1. Astrofiammante ha detto:

    io sono peggio dei bambini, la colazione è il mio pasto preferito…..è senz’altro
    una ricetta da fare in questi di giorni di vacanza, baci e tanti auguri di giorni festosi e BUON NATALE!!!!!

  2. vaniglia ha detto:

    Anche io vado pazza per la colazione!!! Insieme alla “cucina con lentezza” è il mio piccolo lusso quotidiano…. Ciao, e Buone Feste!

  3. Lo ha detto:

    wow ma questo è davvero stupendo….devo ricordarmene per una colazione speciale…per le uova sono perfettamente d’accordo…uova di galline felici sulla mia tavola…ci mancherebbe altro!..un bacione

  4. pagnottella ha detto:

    Ma izn! Ma perchè ogni cosa che posti mi suscita curiosità!
    Devo assolutamente farla!
    Sicuro che domani la realizzo, però dimezzando le dosi…
    Anche per me la colazione é SACRA! Dev’essere d’atmosfera, silenziosa e lenta… Adoro farla al mattino presto, soprattutto in estate fuori in veranda con affaccio sul mare, è una magia della natura!
    Grazie… :-)

  5. izn ha detto:

    @astrofiammante e vaniglia: grazie, questi sono i primi auguri di buon natale che ricevo quest’anno!!!
    Tanti tanti auguri anche a voi, questo si preannuncia un anno di combattimenti, quindi meglio fare colazioni fortificanti, sia fisicamente che spiritualmente!

    @lo: un bacio grande anche a te e alla tua bimba; le nostre piccole avranno sempre cibo felice, eh?!

    @pagnottella: anch’io voglio la veranda sul mareeee!!!! buuuu :-(
    Adesso abito in campagna vicino roma, è bellissimo ma sono nata a napoli e il mare mi manca un casino. Credo sia la cosa che mi manca di più in assoluto.
    Attenta se dimezzi le dosi devi dimezzare anche il diametro del padellino altrimenti ti viene una frittata invece del dutch baby :-P

  6. pagnottella ha detto:

    Cara izn, buon natale :-) Il mio dutch baby divorato in un secondo, benchè mi piaccia fare colazione con lento ritmo…Con il baby non ci sono riuscita!!!
    Non avevo la padellina in proporzione, l’ho fatto in una più grande, si si una sorta di frittella, alta però, ma squisiiiiiiiiiiiita!….
    Delle domandine (e te pareva!!!)
    Ma l’interno del baby rimane bianchiccio? A mò di budino ben rassettato?
    Un’altra domanda non proprio attinente all’argomento in questione…
    Vorrei capire se lo zucchero bianco esiste bio, oppure avendo subito dei trattamenti sbiancanti non “consapevoli” è un prodotto che non riuscirò a trovare in negozi bio? Mi piace lo zucchero di canna, ma a volte nella realizzazione di alcune ricette, ad esempio torte o biscotti, il colore dell’impasto cambia, questo non è un problema essenziale, però a volte ” l’estetica” del dolce viene un pò stonata…
    Un abbraccio…

  7. Lisa ha detto:

    Bellissima comunque e super per una colazione nutriente !! Buone feste !

  8. Francesca ha detto:

    che frittellona magica, perfetta per Natale, e per ogni volta ci si voglia dedicare alla colazione con tempi lenti e coccolosi GNAMM :-P

  9. izn ha detto:

    @pagnottella: sì rimane abbastanza bianco, fuori tutto bello dorato. Per quanto riguarda lo zucchero bianco c’è tutto un discorso lunghisssssimo da fare… mi sa che dovrò farci un post… Comunque io uso uno zucchero di canna bio che è quasi bianco e non cambia il sapore dei cibi. se vuoi ti faccio sapere il nome, io lo trovo come al solito da naturasì o su novelune.it :-)

    @lisa: grazie Lisa, è molto bella soprattutto per i bimbi, che rimangono tutti meravigliati. E mangiata calda è uno spettacolo

    @francesca: prometto che la prossima volta che ci vediamo te la faccio… è buona anche con il tè delle cinque!

  10. pagnottella ha detto:

    Cara izn, nel frattempo sono andata nel negozio bio in cui compro la farina e altro e ho trovato lo zucchero di canna che come dici è quasi bianco. Mi trovo benissimo!
    Grazie! :-)

  11. pagnottella ha detto:

    Uh dimenticavo! Potrei usare quelle formine di stagno in cui si cuociono le crostatine, per il dutch baby?
    Volendo farne metà dose…non riesco a trovare padelline cosi piccole (7 cm di diametro)
    Merci… :-)
    P.S. Mammina, t’immagini adesso anche lo stagno è tossico? :-(…

  12. izn ha detto:

    @pagnottella: non lo so… mi sa che il ferro mantenga la temperatura diversamente rispetto allo stagno. io la padellina di ferro l’ho trovata (anni fa) in un negozio della catena c.u.c.i.n.a., ma prova a cercarla in qualsiasi negozio di forniture per cucina ben fornito. oh oh.. non ho notizie sulla tossicità dello stagno. provvederò!

  13. Famedimoda ha detto:

    Strepitosa!!! Da provare assolutamente :)
    Grazie per questa splendida ricetta

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito