Su Tusorzu, o la festa della tosatura

Ci passano due ore di macchina tra Porto Rafael e Tula, ma è valsa la pena mille volte di vincere la pigrizia e attraversare la Gallura per partecipare alla festa della tosatura dei Monzitta, quelli delle pecore felici che pascolano su prati polifiti, di cui vi ho già parlato l’anno scorso, stesso mese stesso luogo :-)

su tusorzu

Se ve lo stavate chiedendo, sì, i Sardi sanno essere molto accoglienti. E allegri, e impregnati dell’energia solare e forte della loro terra antica, e orgogliosi e colorati e straripanti di vita vera. Noi siamo arrivati verso le 10 del mattino, appena in tempo per vedere l’ultimo giorno della festa della tosatura, e adesso ve la racconto per filo e per segno (e per immagini, soprattutto, che per un grafico valgono più di mille parole) :-)

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito