Flauti del mulino izn

È tanto che non vi posto ricette di lievitati (aspettate che guardo… aiuto l’ultima nel 2014! o.O). I motivi sono tanti: primo quando cominci a mettere le mani in pasta diventa una specie di buco nero dal quale non esci più, tra rinfreschi, impasti, esperimenti e via facendo; finisci per mangiare un sacco di glutine che come tutti sanno è una delle cose più buone che esiste, e per questo ne abusiamo abbondantemente, mettendo a dura prova la nostra salute.

Voglio dire, non è il glutine a far male, ma il fatto che ne mangiamo assolutamente e definitivamente troppo!!! Poi c’è anche il fatto che fare lievitati con i grani antichi è sempre un po’ deprimente: spesso rimangono gnucchi, si spatasciano, sembra di lavorare il fango… vuoi mettere quella bella sensazione bambinesca di quando manipoli farine con un glutine più elastico e resistente, con quella temperatura tiepida che ti fa sentire proprio di maneggiare una cosa viva (che poi è viva sul serio)?

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito