Il Philadelphia ai raggi X

Non fa parte della tradizione casearia di casa nostra. Stando a quando scrive la Kraft sul suo sito, sarebbe stato inventato negli anni 70 dell’800 da un lattaio di Nuova York e chiamato “Philadelphia” perché (cito testualmente dal sito) “in quegli anni i prodotti alimentari provenienti da quella città erano considerati sinonimo di qualità” (come dire un sotterfugio pubblicitario per dare credibilità al prodotto).

Il suo successo in Italia (l’introduzione nel nostro paese è avvenuta intorno al 1970) è dovuto a campagne pubblicitaria attraverso la televisione. La prima fu fatta attraverso il mitico Carosello con il messaggio “freschezza in carta d’argento” (che poi d’argento non è ma di alluminio).

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto questo articolo? Dona 1 euro per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito