La sindrome della galletta di riso

In fatto di alimentazione stiamo diventando un po’ tutti masochisti. Le prove ve le sto dando un poco alla volta su questo valoroso sito: l’insignificante Philadelphia invece di una deliziosa Robiola; le fette biscottate, che tali non sono, invece di una bella fetta di pane a fermentazione naturale; la margarina finto burro al posto del burro vero; il latte magro o arricchito di omega-3 con l’aggiunta di olio di pesce invece di un gustoso latte intero bio o biodinamico; le bevande colorate e dolcificate con edulcoranti invece di un autentico succo di frutta, ecc. ecc. ecc.

L’eziologia di questa “sindrome da masochismo alimentare” è, per usare il medichese, multifattoriale, cioè sono diverse le cause che la provocano, ma la madre di tutte è il terrore, che ormai ci attanaglia, delle calorie e del grasso che fanno ingrassare (e pensare che il grasso, se è di qualità e nella giusta dose, nutre e dà sapore), del glutine e del lievito che danno intolleranza e difficoltà digestive, e di tant’altro ancora di commestibile che attenterebbe alla nostra linea e/o salute.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera; dovrai farlo solo la prima volta. Se non riesci, prova a leggere qui oppure scrivici ;-)

Ti è piaciuto questo articolo? Dona 1 euro per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito