Le qualità del cibo

Allora un vecchio oste domandò: parlaci del mangiar e del bere. Ed egli disse: “Vorrei che poteste vivere del profumo della terra e che la luce vi nutrisse in libertà come una pianta. Ma siccome mangerete uccidendo, e ruberete al piccolo il suo latte materno per estinguere la sete, sia allora, il vostro, un atto di adorazione. E la mensa sia un altare, sul quale i puri e gli innocenti dei campi e delle foreste s’immolino alla parte più pura e più innocente che vi è nell’uomo” Kahlil Gibran, Il profeta

Oggi l’industria alimentare tenta, ovviamente per ragioni commerciali, di inculcare nella mente di noi consumatori un *falso concetto* di qualità alimentare. Il tentativo è quello di farci credere che il cibo è di qualità se cura o previene qualche malanno. Si pensi ai tanti prodotti arricchiti con qualcosa, omega-3, fitosteroli, fibre, probiotici, che sono tanto reclamizzati come toccasana per i più svariati malanni, malattie cardiovascolari, ipercolesterolemia, osteoporosi, stitichezza e via discorrendo.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito