Minestra di carote

Questa minestra l’ho scovata sul mio blog di cucina preferito, 101 cookbooks, e mi è piaciuta così tanto che… ho pregato zac di farla, perché io l’avrei fatta diventare un cubetto di carote tipo dado knorr.

minestra di carote

È stata una decisione molto appropriata, perché la minestra era uno spettacolo e assolutamente da rifare; soprattutto considerato il fatto che non amo affatto le carote, anzi se posso evitarle lo faccio volentieri, soprattutto quelle (bleah) bollite.

La carota, secondo la bioterapia nutrizionale, possiede molte proprietà benefiche ma anche molte controindicazioni. Il betacarotene, a parte il fatto che tutti conoscono di aiutare a proteggere la pelle dai raggi solari e stimolare quindi la produzione di melanina, contribuisce a mantenere denti sani e forti, si oppone alla formazione di calcoli renali, potenzia le difese immunitarie contro le infezioni delle vie respiratorie e acuisce la capacità visiva: le popolazioni che consumano abitualmente carote hanno un’incidenza statistica molto bassa di casi di cataratta.

La carota inoltre stimola il transito intestinale se mangiata cruda, ed è invece antidiarroica se consumata lessa o fritta. È decisamente controindicata nei diabetici, in alcune malattie del fegato, nell’ipertensione e in tutte le persone che hanno la pelle con un colore tendente al bronzo.

Nella saggezza popolare la carota viene impiegata come base nel soffritto per i sughi di carne. In questo modo fornisce una minima quantità di zuccheri che servono al fegato per metabolizzare meglio le proteine e i grassi della carne e mitiga l’acidità del pomodoro… come al solito le tradizioni popolari ci danno suggerimenti preziosi per la nostra salute, basandosi sull’esperienza di secoli di cucina e sulla relativa osservazione empirica degli effetti collaterali (positivi e negativi) di ciò che si mangia :-)

Rispetto alla ricetta originale non ho cambiato quasi nulla perché l’ho trovata perfetta e geniale nella sua semplicità.

Ingredienti:
250 grammi di carote
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio
1/2 cipolla gialla
350 grammi d’acqua
il succo di 1/4 di limone
sale marino integrale
peperoncino piccante secco
origano fresco

Eliminate le punte delle carote e grattate via la superficie con la spazzola per le verdure. Tagliatele a fette di un paio di centimetri di spessore e mettetele da parte.

Scaldate l’olio a fuoco medio in una pentola alta. Aggiungete l’aglio tagliato a fettine sottilissime e la cipolla affettata e lasciate rosolare pochi minuti, o fino a quando la cipolla comincerà a diventare trasparente. Aggiungete le carote e l’acqua e portate a bollore. Abbassate il fuoco e lasciate sobbollire piano per una mezz’oretta o fino a quando le carote saranno tenere, ma non molli, e l’acqua si sarà asciugata quanto volete (a seconda se desiderate una minestra più o meno brodosa).

Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare per qualche minuto, poi frullate con il minipimer e aggiungete il succo di limone; potete scegliere se ridurre il tutto a purea oppure lasciare dei pezzetti, io ho scelto la seconda chance. Cominciate ad aggiungere il sale un po’ alla volta, assaggiando ogni volta. Smettete di aggiungerne quando vi accorgerete che il sapore delle carote viene fuori e diventa armonioso.

Mettete nei piatti e guarnite con un filo d’olio a crudo, l’origano tritato e il peperoncino tritato, se vi piace.

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

14 comments

  1. roberta69 ha detto:

    izn, che trionfo di colori ! Complimenti per la foto…come sempre uno spettacolo !

  2. astrofiammante ha detto:

    A me invece le carote piacciono molto, e le faccio anche arrostite con profumi di erbette, come minestra mi manca…complimenti per la foto…bacio!

  3. fra ha detto:

    Io adoro le carote, ne mangio molte praticamente quotidianamente, per lo più crude condite con una punta di senape. Questa minestra mi piace molto, soprattutto l’dea del limone, mi sa che la farò presto
    Un bacione
    fra

  4. Dada ha detto:

    Sembra in effetti un zuppa semplice e geniale e un po’ diversa dal solito. Grazie!

  5. Metiu ha detto:

    Ciao!
    bellissima la foto e buonissima la ricetta!
    semplice ma geniale allo stesso tempo!
    ciaoo

  6. izn ha detto:

    @tutti: non sapete quanto ha stupito me questa minestra, e il limone ci sta splendidamente, si fonde così bene con gli altri ingredienti che non si distingue :-)

    @metiu: grazie, e ben approdato sul pasto nudo :-)

  7. Veronica ha detto:

    …proverò anche questa, oltretutto già da un po’ avevo in mente di provare una vellutata di carote con lo yoghurt tipo quella che avevi proposto con le zucchine…magari faccio un mix.

    Piuttosto perchè per le persone con la pelle bronzea le carote non sono indicate?
    Mio figlio è decisamente bronzeo (essendo il mio compagno africano) e le carote sono uno dei 3 tipi di vegetali che mangia, se non vanno bene è una tragedia!!! :-(

  8. izn ha detto:

    @veronica: devo dirti la verità, non lo so. però tra pochissimo varerò una rubrica tenuta da una nutrizionista, che ha studiato la bioterapia nutrizionale (tra l’altro), e che sicuramente saprà illuminarci su questa e su altre domande.

    Comunque credo che il libro non si riferisse al fenotipo con pelle già scura, ma a quelle persone che normalmente avrebbero la pelle chiara, ma tendono al colorito bronzeo, magari perché hanno qualche piccolo problema al fegato e non metabolizzano bene la vitamina A.

    Tieni conto però che queste ultime cose che ho detto sono solo il parere di un… grafico!

  9. Jennifer ha detto:

    @izn:sto facendo qst minestra di carote…ma le carote che avevo non erano sufficenti,allora ho aggiunto patate(un paio e piccole!)….vi diro’ come viene…ma non ci sono controindicazioni a riguardo,vero?Intendo nell’associare carote e patate…..

  10. Jennifer ha detto:

    mmmm..il sapore e’ delizioso….peccato mi sia,hem,scivolato il chili in polvere….esplosiva pure questa come la zuppa del cavolooooooo!!!!

  11. aruna ha detto:

    cara Izn, per quelli a cui non piace o non possono mangiare l’aglio (cfr io!) cosiglio di provare a sostituirlo con un po’ di ginger tagliato a fettine sottilissime. Che poi con il lime e le carote ci sta proprio benissimo!
    Baci anche a kildare :D

  12. valie ha detto:

    Data l’influenza vagante, dopo aver studiato il post sui cibi antinfluenzali, ho aggiunto un pizzico di cannella, un chiodo di garofano e una spolverata di prezzemolo! un abbraccio perfetto di sapori!!

  13. vero ha detto:

    sarà la cena di questa sera!grazie!

  14. Mk ha detto:

    buonissima! anche io ho messo il chilly in polvere…
    in più stasera, visto che mi era rimasta una porzione piccolissima, ho aggiunto delle lenticchie…è stato un rischio ma il risultato è stato ottimo!!

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito