Che si fa, dove si va?

Sì, è una citazione da questo capolavoro :-)
Andatevelo a guardare e fatevi due risate, che sto per appiopparvi un’altra riflessione/mattonata sull’alimentazione. Chi non ha voglia di discorsi seri ha cinque secondi per cliccare fuori, prestoooooo!

La domanda che mi sono fatta questa volta è fino a che punto sarebbe necessario cambiare l’organizzazione delle cose. Quanti passi indietro bisognerebbe fare per poter finalmente ricominciare a camminare verso un modo di alimentarsi (e quindi di vivere) intelligente, o meglio saggio.

In questi due anni di blog (che naturalmente sono solo la punta di un iceberg che galleggia nella mia testa e nel mio stomaco da molto molto più tempo) ho capito che ci sono alcuni punti fermi, tipo:

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito