Marmellata solare

Non sorprendetevi se una mente del passato pensava già al futuro in modo molto consapevole ed eco sostenibile. Eh sì, sto parlando di nuovo dei grandi ricordi di infanzia che Nannina mi ha trasmesso; cerco sempre di scovare tecniche e modi di fare che lei utilizzava a suo tempo, e passarli a chi ha voglia di recuperarli.

marmellata cotta al sole

Oggi vi parlo di una sua tecnica, che lei faceva passare come cosa molto semplice e quasi inutile. Mi raccontava spesso di come insieme ai suoi trascorrevano le giornate estive nei campi raccogliendo frutta e altro. Nella mia area, l’Agro Nocerino e l’Agro Nolano, i campi erano pieni di albicocchi, pruni, gelsi, fichi e peschi. Bisognava andarci alle 4 del mattino, si raccoglievano i frutti e poi si portavano al mercato.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito