Siate esseri creativi

Certo, rispetto al tempo incalcolabile dell’universo ho scritto l’ultimo post di questa rubrica un secondo fa. Nel mio percepire soggettivo mi sembra l’altro ieri… il dato oggettivo dice febbraio 2013! Ma entriamo senza tanti preamboli nel cuore di questo post, che ho scritto ormai due domeniche fa, il 2 novembre, in apparente contrasto con il tema tradizionale della data, cioè il giorno dei morti.

siate esseri creativi

Vivo e sento sempre profondamente e consapevolmente questa data, pensando sì alla morte, ma senza tralasciare la bellezza divina della vita che riceve il suo valore intimo dalla sua ombra terrestre: la morte, appunto. Quindi vita e morte non come visione lineare, inizio e fine, ma piuttosto come due poli, tra i quali si svolge l’esistenza. Non so nemmeno se la brava izn mi passerà questo scritto (ma userò la mia amicizia-autorità!) perché il fatto che io posti una ricetta (!!) essendo donna che ha un rapporto con la cucina tipo “toccata e fuga” potrebbe essere contradditorio. Ma non per chi pensa a 360(000) gradi, e se ne inventa una ogni giorno.

Se vuoi continuare a leggere questo articolo, assòciati al pasto nudo.

Con un piccolo contributo avrai libero accesso a tutti i contenuti del blog, tantissimi sconti dai nostri produttori e sul nostro negozio online, dove puoi acquistare cibo sano e manufatti artigianali al giusto prezzo per te e per chi li produce, e aiuterai il pasto nudo a crescere e a pubblicare contenuti di qualità.
Se sei già socio, effettua il login con il tuo nome utente (se non ti eri già registrato sul sito è semplicemente Nome e Cognome) e la password che ti abbiamo inviato con la tessera.
Se selezioni l’opzione “Ricordati di me” dovrai farlo solo la prima volta.

» Vai al Login

Se non riesci a fare il login, puoi trovare tutte le informazioni necessarie in questa pagina, oppure puoi mandarci una mail ;-)

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

Lascia un commento

Name*

email* (non verrà pubblicata)

Sito