Vantaggi per i soci

I soci del pasto nudo possono accedere alle pagine di approfondimento e a quelle degli autori (le ricette invece per adesso sono accessibili a tutti); chi lo desidera viene inserito nel gruppo dei soci su Facebook dove può conoscere persone con interessi simili ai propri, e chiacchierare direttamente con l’autrice del blog.

associazione il pasto nudo

Oltre ai contenuti speciali i soci hanno sconti e vantaggi su tutti i produttori convenzionati elencati qui di seguito o dislocati su questa mappa. Si può acquistare andando direttamente nelle aziende segnalate, oppure nei nostri mercati contadini Terrafondai, presentando la tessera (in formato elettronico o cartaceo), altrimenti online su Ammuìna o sulla Bottega della Terra.

Agriturismo La Corte del Lupo

Della Corte del Lupo vi ho parlato qui qualche tempo fa. Se ordinate qualcosa direttamente sul loro sito, oltre a inviargli via mail la tessera che avete ricevuto dovete scrivere sul loro sito nella sezione “codice sconto” la parola “pastonudo”.

Trovate quasi tutti i prodotti dei Lupos, scontati del 10% per i soci, qui su Ammuìna. Se abitate a Roma sappiate che una volta al mese consegnano gratuitamente i loro prodotti e carne fresca a domicilio, sulla quale con la tessera avete uno sconto del 5%.

Lo sconto del 10% vale anche sul soggiorno nel loro meraviglioso agriturismo.

La Corte del Lupo
Località Pertana 43 – 06025 Nocera Umbra (Perugia)
contatti: info@cortedellupo.com, oppure +39 0742 819009 e +39 335 8725645

Aristoapi

L’azienda apistica di Valerio Tarantini si trova nel bel mezzo del Parco Naturale di Veio, nell’agro Veientano, immerso nella storia dell’antichissima città etrusca di Veio. Gli alveari si trovano all’interno dell’azienda, ma di quando in quando vengono portati nei boschi in alta montagna o all’interno di altre aziende agricole biologiche, dove assicurano loro un’impollinazione naturale ed efficiente.

Ai soci del pasto nudo che presenteranno la tessera in azienda da lui o in uno dei mercati ed eventi ai quali saranno presenti, Valerio riserverà un bel 5% di sconto!

Nessuna sostanza di sintesi viene usata né sui loro campi né su quelli dei dintorni, per la cura e l’allevamento delle api, e nella fase di produzione e invasettatura dei vari tipi di miele, sempre diversi tra loro a seconda della stagione e del tipo di fiori che le api visitano.

Aristoapi
via della Giustiniana, 850 – 00189 Roma
contatti: info@aristoapi.com, oppure +39 347 6720338

Azienda Agricola biologica Filippi

L’Azienda di Gianpiero Filippi è nata 20 anni fa a Cori, in provincia di Latina; dopo 5 anni è stata convertita al biologico, e da tre anni è in conversione biodinamica. Come quasi tutti i produttori che il pasto nudo convenziona, l’azienda è a conduzione familiare: Gianpiero lavora con la moglie Tiziana e il figlio Matteo, che studia enologia e porterà avanti un progetto di vigna biodinamica che partirà presto.

I Filippi hanno deciso di riservare ai soci del pasto nudo che presenteranno la tessera uno sconto del 5% su tutto ciò che acquisteranno in azienda o nei mercati ai quali ogni tanto partecipano.

Oltre alle fragole (che ho usato in questa ricetta) i Filippi coltivano ortaggi, cocomeri e meloni, che potete andare a comprare direttamente sul posto, o se abitate nelle vicinanze (Latina scalo, Velletri e dintorni), ricevere direttamente a casa vostra.

Azienda Agricola biologica Filippi Gianpiero
via Cori Cisterna. 67 – 04010 Cori (Latina)
contatti: filippi-gianpiero@hotmail.it, oppure +39 345 5712833

Azienda Agricola biologica Floriddia

Di Sonia e Rosario Floriddia, e del loro Mulino Floriddia vi ho parlato spesso, coltivano meravigliosi grani antichi (e legumi, e molto altro) e li macinano a pietra.

Potete trovare molti dei loro prodotti su Ammuìna; i soci del pasto nudo hanno uno sconto del 5% su tutta la spesa da loro.

Dai Floriddia si può anche soggiornare: se vi fermate almeno 4 giorni nel periodo che va da ottobre alla fine di giugno, e siete in 2 o in 4 persone, con la tessera del pasto nudo avrete uno sconto del 20%.

Azienda Agricola biologica Floriddia
Località Cedri – 56030 Peccioli (Pisa)
contatti: sonia.floriddia@gmail.com, oppure +39 0587 697184 e +39 338 2785192

Azienda Agricola biologica Janas

Eleonora Satta e Ivan Parisi coltivano in Umbria grani antichi duri e teneri (Timilìa, Gentilrosso, Iervicella, Verna, Solìna e altri), e li fa macinare a pietra; hanno anche vari formati di pasta di grani Senatore Cappelli e Timilìa, ceci e farina di ceci, farina grossa e fine di mais ottofile, marmellate di ortaggi adatte ai formaggi e ai bolliti, e una birra artigianale fatta con i loro grani.

Trovate quasi tutti i loro prodotti sul loro negozio di Ammuìna, con il 5% di sconto ai soci (su prezzi già ottimi).

L’azienda ha anche una trattoria, che si rifornisce dall’orticello dell’azienda, dal nome affascinante: “La Locanda di Colle Ombroso” (menzionata anche nella Guida delle osterie d’Italia di Slow Food!). Cinque tavoli su prenotazione dove ci si può vedere, oltre che a pranzo, anche per un brunch (bisogna essere minimo 5). Anche sui pasti nella locanda con la tessera del pasto nudo avrete diritto al 5% di sconto :-)

Azienda Agricola Janas
Località Colle Ombroso S.P.55 KM 4,8 – 05010 Porano (Terni)
contatti: info@locandacolleombroso.com, oppure +39 0763 616588 e +39 340 2714727

Azienda Agricola Memeo

L’azienda agricola di Riccardo Memeo e di suo padre Antonio si trova ad Andria, nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, e produce olio extravergine d’oliva monocultivar Coratina. I Memeo, che fanno parte di un consorzio di produttori che si sono dotati di un disciplinare di produzione rigoroso, raccolgono le loro olive a mano e le coltivano secondo i princìpi dell’agricoltura biologica.

Negli ultimi anni i Memeo si sono dedicati alla produzione del cece nero della Murgia, un tipo di cece ricco di fibre e di ferro. Questo antico legume cresce molto bene sui terreni calcarei e pietrosi della Murgia Carsica. Purtroppo il cece nero ha rischiato di sparire dal mercato, sia perché, appunto cresce bene solo in alcuni tipi di terreno (come appunto quello Murgiano), sia perché richiede un lungo tempo di ammollo (36/48 ore) e una lunga cottura (ma a noi queste cose non spaventano, verooo?!)

Potete acquistare i loro meravigliosi ceci neri e gli altri prodotti direttamente su Ammuìna; con la vostra fiammante tessera del pasto nudo avrete lo sconto del 10% su tutto ciò che offrono.

Riccardo e Antonio producono anche mandorle (varietà Filippo Cea e Tuono), cereali e legumi, tutto coltivato su piccola scala, in maniera tradizionale e senza preparati sintetici. I Memeo non irrigano né l’oliveto, né il mandorleto, e quel poco di acqua che dànno all’orto proviene dalla cisterna della loro masseria, che viene regolarmente analizzata.

Azienda Agricola Memeo
Contrada San Leonardo – 76123 Andria (Barletta-Andria-Trani)
contatti: rccrdmemeo@gmail.com oppure +39 0883 592789

Azienda Agricola Pia Serrilli

L’azienda Agricola di Andrea e Pia Serrilli si trova sul promontorio del Gargano, in una contrada denominata Calderoso per il suo microclima particolarmente caldo; produce olio extravergine d’oliva da più di 150 anni, da olivi (molti secolari) a 200 metri di altitudine. I Serrilli raccolgono le olive non ancora totalmente mature, e le moliscono entro sei ore nel frantoio aziendale di ultima generazione che non aggiunge acqua durante l’estrazione, ottenendo un olio con un’acidità bassissima, e che mantiene tutti i suoi principi antiossidanti.

Producono sia olii monovarietali (provenienti da un solo tipo di pianta): come la Coratina, l’Ogliarola garganica, e il Leccino, le cui intensità variano a seconda delle escursioni termiche annuali, della piovosità e del clima (ad esempio se c’è stata siccità un olio medio diventa più forte e piccante) sia una selezione fatta con le olive dei tre monovarietali miscelate a quelle delle piante impollinatrici e a quelle a doppia attitudine (da olio e da mensa), bilanciata per avere un olio leggero e adatto alle fritture.

Potete acquistare su Ammuìna quattro tipi dei loro olii (da olivi coltivati in regime biologico, in zone dove non esistono colture intensive nei paraggi); i tre monovarietali di cui sopra e la selezione. Il prezzo di quest’olio è già ottimo, ma i fortunati possessori di tessera del pasto nudo avranno in più il 10% di sconto.

L’azienda ha avuto anche un riconoscimento per la chiarezza delle proprie etichette; l’olio è confezionato in contenitori di tetrapak, ecologici da trasportare e riciclabili (basta tagliarli, aprirli e lavarli), si accartocciano man mano che l’olio viene spillato, e fanno sì che non entri l’aria, evitando l’ossidazione.

Azienda Agricola Pia Serrilli
Contrada Calderoso – 71014 San Marco in Lamis (Foggia)
contatti: andrea@serrilli.com e info@serrilli.com oppure +39 335 8308919

Biofattoria e Geoparco Viggiano

La splendida azienda di Antonio Viggiano si trova immersa in uno dei posti in assoluto più belli della Calabria, il Parco nazionale del Pollino: quasi 200.000 ettari (parte in Basilicata e parte in Calabria) di natura incontaminata.

La Biofattoria comprende 10 ettari di boschi, cereali (orzo e grano Senatore Cappelli), legumi, uliveti, ortaggi, vigneti e alberi da frutto di antiche varietà; oltre alle coltivazioni vengono allevati maiali, anatre, galline, conigli, fagiani, colombi, e c’è persino un’asina :-) Su tutti i loro prodotti, che si possono acquistare recandosi direttamente in azienda, nei vari mercati ai quali partecipano, oppure ordinando al telefono, i soci del pasto nudo hanno uno sconto del 5%.

L’azienda di Antonio è anche parte attiva del neonato biodistretto dell’Alto Tirreno Cosentino, e come se non bastasse è anche Geoparco, con grotte naturali, fossili marini di varie ere geologiche e altre cose che farebbero la gioia di ogni escursionista. Tutta da visitare, insomma :-)

Biofattoria e Geoparco Viggiano
Contrada Costa Pisola, 18 – 87020 Santa Domenica Talao (Cosenza)
contatti: antonioviggiano1@gmail.com oppure +39 320 5741518

Bionatural

La Bionatural l’avevo scoperta un paio d’anni fa in rete, cercando pentole in argilla smaltate senza metalli nocivi. Quando li ho contattati ho scoperto che i manufatti sono realizzati da un piccolo artigiano spagnolo, Ramon Garcia Casado con un impasto di argilla rossa e pietra refrattaria, invetriati con uno smalto esente da piombo e cadmio (con tanto di analisi, sia l’argilla che l’invetriatura), e cotti a 1100°C (di solito l’argilla viene cotta a 600°C).

Trovate tutte le loro meravigliose pentole, i piatti, le pirofile, la paellera e la bellissima castanera sul negozio Bionatural di Ammuìna, con il 5% di sconto.

GianBattista Belotti, il proprietario dell’azienda, ha un blog molto carino sul quale potete trovare varie ricette da copiare, anche in versione ricettario in pdf.

Bionatural
via Martiri della libertà, 82 — 25035 Ospitaletto (Brescia)
contatti: info@pentolebionatural.com, oppure +39 030 640302

Biscotteria Suljma

Alessandra Ripanti ha aperto nel 2012 un negozietto di biscotti (e pasticcini, e torte, e molto altro) consapevolissimi ai Castelli Romani. Il suo è “un progetto nato dalla voglia di partecipare a un’economia basata su nuovi valori di riferimento, capace di dar voce ai diritti dei lavoratori, di difendere l’ambiente e la salute dell’uomo.”

Trovate i loro meravigliosi biscotti, i pani dolci, le torte artigianali fatte con farine antiche, le meringhe e molte altre cose buone nel loro negozio di Marino, con il 10% di sconto per i soci.

Dimenticavo di dirvi che Suljma ha anche un blog di ottime ricette facili, economiche e mooolto nutrienti) e una bellissima scuola di cucina con dei corsi molto interessanti da seguire; per avere lo sconto del 10% anche su questi ultimi, inviate la vostra tessera via mail o chiamateli per mettervi d’accordo con loro :-)

Biscotteria Suljma
Via C. Maciocco, 10/12 — 00047 Cava dei Selci – Marino (Roma)
contatti: info@biscotteriasuljma.com, oppure +39 06 31050117

Bottega Liberati

Di Roberto Liberati e del suo meraviglioso lavoro (sul territorio e non?) vi ho raccontato in tempi non sospetti (classe 2010). Con Roberto ormai siamo prima di tutto amici, come possono esserlo solo le persone che portano avanti battaglie moltosimili.

Nella Bottega Liberati, oltre alle carni (tagliate perfettamente e frollate al punto giusto) di animali felici, cresciuti liberi al pascolo e trattati con amore e rispetto, trovate formaggi, latte, yogurt, e un sacco di altre cose buone come vini di eccellenza, farine, pasta, spezie, denominatore comune qualità (vera); se portare la vostra tessera con voi potrete avere lo sconto del 5% su qualsiasi cosa acquisterete :-)

Il papà di Roberto aprì la macelleria Liberati nel lontano 1963. La Bottega è ancora oggi a conduzione familiare. Se cercate qualcosa di particolare e indimenticabile fate un salto da loro, non ve ne pentirete.

Bottega Liberati
via Flavio Stilicone, 278/280/282 — 00175 Roma
contatti: info@bottegaliberati.com, oppure +39 06 71544153

Cacao Crudo

Daniele Dell’Orco ha creato la prima azienda in Italia che produce cioccolato crudo; utilizzano un cacao Criollo monorigine proveniente dall’Amazzonia Peruviana, la varietà più pregiata esistente al mondo e tutto il processo di lavorazione non supera mai i 42°C; le fave invece di essere tostate vengono essiccate lentamente, in modo da preservare tutte le preziose qualità nutrizionali del cacao.

Potete acquistare le loro tavolette, le praline, la crema spalmabile che vanta un buon 65% di nocciole crude, la frutta secca ripiena e le barrette, se siete soci con il 10% di sconto, sul loro shop online o direttamente sul posto, a Palestrina, a due passi da Roma sud.

Il cacao è dolcificato con zucchero di fiori di cocco, certificato biologico, vegano e senza glutine; proviene da piccole comunità di contadini del posto, gli incarti sono in carta riciclata, gli inchiostri con cui sono stampati sono vegetali e biodegradabili, l’energia utilizzata proviene da fonti rinnovabili.

Cacao Crudo
Via Prenestina Nuova, 86 — 00036 Palestrina (Roma)
contatti: info@cacaocrudo.it, oppure +39 06 9537218, +39 06 9537218, oppure +39 333 7439560

Cantina San Biagio Vecchio

Quest’azienda Faentina ha cinque ettari di vigne che trasforma in splendidi e consapevolissimi vini. Sabbiagialla, Porcaloca!, Mammamia!, Oriolo, sono solo alcune delle loro bottiglie. Andrea Balducci e Lucia Ziniti hanno anche un Centesimino, un vino da uve stramature, fatto lasciando appassire parte della raccolta naturalmente sulle piante e il resto in cassetta.

Oltre ai vini trovate sul loro negozio di Ammuìna anche le farine semintegrali che ottengono macinando a pietra il loro grano antico Gentilrosso coltivato in regime biologico e raccolto nel mese di Luglio; tutto con il 5% di sconto per i soci del pasto nudo :-)

Sul loro sito trovate anche tutti gli eventi ai quali partecipano e le recensioni che hanno ricevuto nel tempo su parecchie guide prestigiose come quelle del Gambero Rosso e Slow Wine.

Cantina San Biagio Vecchio
Via Salita di Oriolo, 13 – 48018 Faenza (Ravenna)
contatti: cantinasanbiagiovecchio@gmail.com oppure +39 339 3523168 o +39 349 0553598

Casale Nibbi

Questa bella azienda è molto conosciuta dai Romani consapevoli, oltre che per le meravigliose mele croccanti e le ciliegie tardive, anche per il celeberrimo stracchino stagionato (e molti altri tipi di formaggi) fatto con il latte biologico delle proprie mucche, che pascolano in quel di Amatrice, ai margini del Parco nazionale del Gran Sasso.

I loro prodotti possono essere acquistati direttamente in azienda oppure nei mercatini segnalati in questa pagina; ai soci del pasto nudo basterà presentare la tessera per avere un bello sconto del 10% su tutto ciò che l’azienda produce.

Amelia mi ha raccontato che all’altezza a cui si trova Casale Nibbi (1000 metri di altitudine sul livello del mare) le trentamila (!!!) piante di mele (15 varietà di frutti) rimangono praticamente intonse dagli insetti!

Casale Nibbi
Località Casale Nibbi, 1 – 02012 Amatrice (Rieti)
contatti: info@melemangio.it o oppure +39 0746 1790113 oppure +39 328 4287300

Cascina Carussin

L’azienda muove i primi passi nel lontano 1927 con 4 ettari di vigneto; oggi gli ettari sono 13, non più solo di vigne ma anche di campi d’orzo per fare la loro birra artigianale, “da sete” (a basso contenuto alcoolico), non pastorizzata, non filtrata e rifermentata in bottiglia. Nel 1988 Bruna Ferro prende le redini dell’azienda insieme al marito Luigi. Già da 4 anni nessuna sostanza nociva veniva impiegata per la coltivazione, adesso le vigne sono biodinamiche e il lavoro in cantina è certificato biologico da Suolo e Salute.

Oltre ai campi coltivati nella fattoria c’è anche un agribar battezzato “Grappolo contro Luppolo”, dove si possono gustare e acquistare salumi, formaggi, pasta, verdure e condimenti selezionati in base alla conoscenza diretta dei produttori, vini “a basso impatto antropico” e birre artigianali provenienti da tutto il mondo. Con la tessera del pasto nudo avrete uno sconto del 10% sul vino e del 5% su birre e cibo!

Mentre vi ristorate all’agribar potete fare una partita a scacchi, dama, battaglia navale, gioco dell’oca, tris; l’azienda è anche fattoria didattica, nella quale i bambini fino a 10 anni possono conoscere e imparare a interagire con il giusto rispetto con 10 dolcissimi asinelli.

Cascina Carussin
Reg. Mariano, 27 – 14050 San Marzano Oliveto (Asti)
contatti: vinicarussin@gmail.com oppure +39 0141 831358 o +39 340 5012637 o +39 3889981851

Caseificio Santa Rita

La cooperativa Santa Rita, che si trova sull’Appennino Modenese, mi è stata presentata dall’ineccepibile Stefano Mariotti che ben conoscete :-) Il caseificio è stato fondato nel 1964 da alcune aziende agricole a conduzione familiare, dislocate nelle immediate vicinanze del caseificio, particolare molto importante per la caseificazione, perché il latte meno viaggia prima di essere trasformato, meglio è.

Il Parmigiano Reggiano è biologico dal 1996, ma da tempo il caseificio si sta muovendo verso la certificazione biodinamica; le loro 400 vacche pascolano su prati polifiti di montagna, tra i 600 e gli 800 metri di altitudine, e vengono curate solo con omeopatia e fitoterapia. Dal 2006 il caseificio ha accolto tra le sue fila una razza in via di estinzione, la Bianca Modenese, che fa pure parte dei preziosi presidi Slow Food

Potete comprare il meraviglioso Parmigiano Reggiano di Santa Rita, confezionato sottovuoto, scegliendo tra diverse stagionature (e tra quello “normale” e quello di Bianca Modenese) contattandoli direttamente; i soci del pasto nudo hanno lo sconto del 10% su tutte le opzioni.

È possibile acquistare anche la carne della Bianca Modenese di cui sopra, recandovi direttamente da loro (risparmiando così sulle spese di spedizione) oppure chiamando o scrivendo una mail, per ricevere tutto a casa con un corriere refrigerato.

Caseificio Santa Rita Bio
Via Pompeano, 2290/1 – 41028 Pompeano Serramazzoni (Modena)
contatti: info@caseificiosantarita.com oppure +39 0536 950193

Centro Olistico Mahel

Elisa e Catia organizzano seminari esperenziali per realizzare la propria crescita interiore attraverso viaggi sciamanici, trance dance, mandala/despachos (questo poi ve lo spiegano loro eh), meditazioni (anche con il gong!), cerchi femminili (incontri tra donne alla luce della luna piena), e laboratori creativi per bambini. Tra maggio e settembre organizzano viaggi itineranti nei siti sacri della Sardegna.

Con l’inarrestabile tessera del pasto nudo avete il 10% di sconto su tutti i loro seminari e trattamenti; vi basterà iscrivervi alla loro associazione (la tessera è annuale e costa 10 euro) per avere via libera a tutte le loro attività :-)))

Queste due splendide donne si occupano anche di trattamenti e massaggi olistici (ayurveda, reiki, pranoterapia, massaggi metamorfici, shiatsu, cristalloterapia e varie altre cose interessanti). Trovate tutte le informazioni sulle loro attività sul loro sito oppure in tempo reale sulla loro pagina facebook.

Centro olistico Mahel
via della Villa – 00060 Formello (Roma)
contatti: mahelassociazione@libero.it, oppure +39 339 1487863 o +39 388 5896517

Conserve di Milvia

Milvia Vincenzini prepara salsette deliziose molto adatte per accompagnare i cibi salati (e non solo); ce ne sono di molto piccanti, di dolce-piccanti, di lievemente piccanti, ma anche semplicemente speziate, asprigne, e poi roba buona con qualsiasi cosa come la confettura di cipolle rosse.

Con un click su Ammuìna potete acquistare i suoi prodotti, se siete soci con il 10% di sconto, come i chutney a base di cachi e datteri e le sue marmellate molto molto particolari, come limoni, pistacchio e peperoncino, mandarino con pepe rosa e zenzero, arance, mandorle e semi di papavero, pere, noci e zafferano e altre delizie. Tutti gli ingredienti sono biologici o naturali e molti addirittura autoprodotti.

Milvia vende anche le monodosi, che sono quelle che vorrei trovare sull’aereo o ad esempio in un b&b di montagna insieme a qualche bel formaggio del posto, perfette per provare i gusti prima di scegliere quale comprare.

Conserve di Milvia
Piazza Monte Gemma 24 – 00141 Roma
contatti: conserve@milviavincenzini.com, oppure +39 338 4741464

Contadini per passione

Paolo, Kiko e Marco, o “i pasionari”, come li chiamo io, sono tre uomini siciliani che amano la sinergia e la condivisione! Hanno un aranceto splendido (guardate le foto sul loro sito e ditemi…) a Ribera, che non subisce alcun trattamento sintetico. Parole loro: “A nostro modo di pensare lo spirito che oggi deve accomunare chi davvero intende spendersi per fare agricoltura sempre più di qualità deve essere quello di produrre e proporre prodotti eccellenti. In quest’ottica bisogna fare tesoro delle tradizioni legate al territorio di appartenenza!”

Con un click su Ammuìna, i soci avranno il 5% di sconto sulle cassette delle arance e di tutti gli altri agrumi (pompelmi, mandarini, limoni e clementine).

Le arance non sono quasi mai disponibili prima della fine di novembre, perché vengono colte solo a piena maturazione al sole siciliano. Oltre alle arance i pasionari producono olio extravergine d’oliva (monovarietale biancolilla) e un ottimo miele di zagara.

Contadini per passione
via Parlapiano, 22 – 92016 Ribera (Agrigento)
contatti: info@contadiniperpassione.it, oppure +39 327 5848794

Ecoposteria

Cosmetici e alimenti artigianali e biologici, nel pieno rispetto della sostenibilità sia ambientale che… umana; cereali, legumi e tutto ciò che è possibile vendere a peso è sfuso, caffè e tisane fairtrade e biologici, detergenti quasi tutti alla spina, cosmetici sono cruelty free, vegani, senza petrolati, parabeni e via dicendo. Persino l’energia elettrica del negozio proviene da fonti rinnovabili, insomma più etici di così si muore, Ecoposteria, a Ostia, è un vero e proprio slow-market.

Se siete soci del pasto nudo, presentando la tessera valida per l’anno corrente avrete uno sconto del 10% su tutto quello che vendono tranne per i detergenti alla spina, che hanno già prezzi molto bassi).

Trovate da Alberto e Irene anche alcuni dei produttori convenzionati con il pasto nudo; sono appassionati sostenitori della stagionalità, del rispetto per la natura e di chi lavora per proteggerla.

Ecoposteria
Via Galeazzo Sommi Picenardi, 36 – 00122 Ostia Lido (Roma)
contatti: info@ecoposteria.it, oppure +39 06 64673367

Fattoria Cupidi

I Cupidi si trovano a Gallese, in provincia di Viterbo, e l’attività principale che svolgono in loco, oltre alla vendita delle uova delle loro galline felici e alla coltivazione della vite, dell’olivo e del noce da legno, è organizzare visite didattiche molto interessanti per adulti e bambini, strutturate in percorsi a tema.

Potete acquistare i loro prodotti nella bottega Ammuìna di Roma nord; i soci del pasto nudo che compreranno le loro uova avranno diritto a uno sconto di 5 euro sulle visite didattiche, che di solito costano 25 euro a famiglia (mamma, papà, e uno o due figli). Sul posto si possono acquistare anche il loro olio, il vino e, in autunno, le noci :-)

Nella fattoria le galline dormono dalle 10 alle 6 del mattino al riparo dalle intemperie e dai predatori (volpi, faine e quant’altro), poi riposano e depongono le uova nei loro nidi confortevoli, attrezzati con luce diffusa e tendine, e ascoltando la radio. A mezzogiorno escono all’aperto e zampettano libere nei prati dell’azienda, becchettando erbe e vermetti. La loro dieta viene poi integrata con mais, grano, orzo e soia, in parte prodotti direttamente in azienda, il resto proveniente da agricoltura biologica.

Fattoria Cupidi
Via Vignarola, 9 – 01035 Gallese (Viterbo)
contatti: amministrazione@fattoriacupidi.it, oppure +39 0761 496239 o anche +39 333 8493240

Fattoria La Maliosa

160 ettari di vigneti, uliveti e boschi adagiati sulle colline della Maremma Toscana; vino naturale e olio extravergine di varietà autoctone Toscane, come Leccino, Frantoio, Pendolino, Olivastra Seggianese, e Leccio del Corno (piuttosto raro e quindi molto ricercato), ma anche un meraviglioso miele millefiori, tutto biodinamico dal 2010.

Trovate i loro prodotti, con il 10% di sconto, nelle strutture elencate su questa pagina.

Quando Antonella Manuli ha fondato la sua azienda, ha fatto una scelta soprattutto etica, focalizzando sulla salubrità dell’ambiente (“governando” le coltivazioni, e non forzandole). Guardate questo bel video dove Lorenzo Corino, responsabile della gestione vitivinicola e agronomica dell’azienda, spiega scopi e percorsi della fattoria.

Fattoria La Maliosa
Località Podere Monte Cavallo – 58014 Manciano (Grosseto)
contatti: info@fattorialamaliosa.it, oppure +39 327 1860416

Fattoria Lara

Questo piccolo agriturismo si trova a Castiglione del Lago, al confine tra Umbria e Toscana; Marta e Michael coltivano la terra con il massimo rispetto possibile varietà rustiche e antiche del territorio, la terra non viene arata né concimata o diserbata. Producono un’ottima pasta di farro in due formati, fatta con farina macinata a pietra ed essiccata lentamente a bassa temperatura, farro perlato decorticato (ottimo per le zuppe!) e siccome da poco si stanno appassionando anche all’olivicoltura di recupero hanno anche un olio di olive raccolte a mano da varietà Frantoio, Leccino, Moraiolo, e Dolce Agogia, una varietà tipica del Trasimeno.

Come tante delle meravigliose aziende agricole che ho la gioia di presentarvi, hanno anche un agriturismo nel quale ospitano nei mesi caldi (dal 20 aprile al 20 ottobre) chi ama la campagna. In questo magnifico posto i soci del pasto nudo avranno il 10% di sconto, su prodotti e soggiorno.

Sul posto troverete a vostra disposizione anche trattamenti shiatsu, e se non avete la macchina o non vi va di usarla, sappiate che arrivando in treno potete affittare una macchina elettrica con la Umbria green card, con la quale potrete raggiungere il posto direttamente dalla stazione e farvi anche belle gite in giro per i meravigliosi paesaggi del centro Italia.

Fattoria Lara
via dei Pieracci 14 località Ferretto – 06061 Castiglione del Lago (Perugia)
contatti: fattorialara@gmail.com, oppure +39 333 6581142 o +39 329 2033931

Fattoria Ma’Falda

Ho conosciuto Åste, Anne Line e Flavio grazie a Stefano Mariotti che nel lontano 2012 ci inviò i loro formaggi per assaggiarli e cucinarli. I soci più “anziani” del pasto nudo forse ricorderanno i loro crottini di capra (qui e qui) e il pazzesco caprino a crosta fiorita, tutti a latte crudo.

Per i soci del pasto nudo alla Fattoria Ma’falda c’è lo sconto del 10% sia sui formaggi e sulla carne comprati direttamente da loro in azienda, sia sul soggiorno in cinque splendidi appartamenti indipendenti, con stufe a legna e caminetti, impianto fotovoltaico, pannelli solari per l’acqua calda e uno spazio esterno per mangiare fuori.

Nella fattoria, di cui ho parlato qualche tempo fa in questo post, e che si trova a 580 metri di altitudine tra Orvieto e Todi, sono allevati maiali di cinta senese e capre di razza Camosciata delle Alpi, ovviamente al pascolo e molto felici (ascoltano pure la musica quando sono nella stalla!). Con il loro latte preparano anche lo stratosferico “capruccino”: latte di capra munto direttamente dentro una tazza di caffè fumante!

Fattoria Ma’Falda
strada statale 79 bis km 21 località Prodo – 05018 Orvieto (Terni)
contatti: info@fattoriamafalda.com, oppure +39 0758 749646 o +39 331 5368503, +39 347 6755406, +39 328 2537609

Ferrari bio

A dispetto di quanto potrebbe sembrare dal nome, all’azienda agricola Ferrari, che si è meritata due medaglie d’oro al World Cheese Award del 2014 e del 2015, non si allevano macchine rosse e velocissime, ma vacche felici e spensierate che se dovessero ammalarsi (ma non succede mai visto che vivono all’aperto e si nutrono di erba e fieno) vengono curate con rimedi omeopatici e tanta luce del sole.

Potete comprare il loro particolarissimo Parmigiano Reggiano, confezionato sottovuoto, scegliendo tra diverse stagionature direttamente dal loro negozio su Ammuìna; i soci del pasto nudo hanno lo sconto del 10%.

L’azienda è certificata biologica (perché non tutto il bio è fuffa, come tanti sostengono), e trovandosi in quel dell’Emilia Romagna, e precisamente a Vezzano sul Crostolo, è nella posizione perfetta per produrre un buonissimo Parmigiano Reggiano, cagliato naturalmente senza sodio benzoato (che di solito viene usato come conservante nel caglio), e invecchiato su tavole di legno, senza seccatura meccanica.

Ferrari bio
Via Monte 4 – 42030 Località Vezzano sul Crostolo – Pecorile (Reggio Emilia)
contatti: info@ferraribiolatte.it oppure +39 0522 606473 e +39 339 8750323

Fili di Sofia

Ho conosciuto Sofia per caso in un mercatino di paese, seduta al suo telaio e circondata da questi bellissimi capi fatti a mano con fili di alpaca, cachemire, lino… ortica!.

Su tutti i preziosi capi che Sofia realizza al telaio (sciarpe, stole, coprispalle, colli e poncho, runner, manopole per la doccia, presine e molto altro) i soci del pasto nudo hanno il 10% di sconto. Questo vale sia per i mercatini dove potete incontrarla personalmente (trovate i vari appuntamenti sul suo sito), sia sul suo negozio su Ammuìna.

C’è bisogno di dire altro? Solo che le sue opere vanno toccate con mano; mai visto niente di così morbido e personale :-)

Fili di Sofia
via del Cerquone 13C – 00039 Zagarolo (Roma)
contatti: filidisofia@gmail.com, oppure +39 329 2961380 o anche +39 06 9524964

Il Laborante

Se passate nel Lazio, per la precisione a Cerveteri, potete andare a trovare Monica Gnazi e suo marito; troppo carini e gentili, coltivano frutta e verdure in modo assolutamente naturale, e preparano confetture di pesche, albicocche, cachi, fichi, prugne, more (tutto con zucchero integrale ovviamente), e poi liquori alla frutta, confetture di peperoncino, olio extravergine d’oliva, e pure vino! altro Ho parlato di loro qualche tempo fa in questo articolo. Fanno parte anche della serissima associazione CCampo, legata al movimento nazioneale di Genuino Clandestino, che ha un suo proprio disciplinare molto ristretto.

Per sapere dove trovarli andate a fare un giro sul loro profilo Facebook; ad ogni modo potete stanarli in uno dei vari mercati che CCampo organizza nell’alto Lazio, e alle fiere che organizziamo con Ammuìna, o andare a trovarli direttamente sul posto. Su tutti i loro prodotti buonissimi i soci del pasto nudo hanno il 5% di sconto :-)

Tenete conto che il Laborante è anche home restaurant, e organizza laboratori a tema e cene biologiche vegetariane e vegane, tutto a base dei propri prodotti, a chilometro 0. Se volete saperne di più o prenotare non vi resta che fargli uno squillo!

Il Laborante
località Procoio di Ceri – 00052 Cerveteri (Roma)
contatti: shiatsu.ok@gmail.com, oppure +39 380 4744857

La Pasta Madre

Di Antonella Scialdone vi ho raccontato qui sul blog quando ho parlato del suo libro sulla panificazione a pasta madre con i grani antichi. Questa splendida donna sperimenta, fotografa, organizza eventi, presentazioni di libri, workshop, teambuilding, e corsi per imparare a fare il pane sano e giusto nel suo laboratorio di Bologna.

Ai soci del pasto nudo Antonella ha riservato uno sconto del 10% su tutti i corsi che si svolgono nel suo laboratorio, e su quelli in giro per l’Italia organizzati direttamente da lei.

Lo scopo dei laboratori di Antonella è “la ricerca di un rapporto non scontato con gli ingredienti che arrivano sulla nostra tavola”, secondo lei “ognuno deve sentire l’impasto formarsi sotto la pressione delle proprie mani a contatto con il proprio calore” (e con l’energia che lo contraddistingue, aggiungo!).

Antonella Scialdone
Via Ferrarese, 163 – 40128 Bologna
contatti: mail@lapastamadre.net, oppure +39 320 7930845

Molini del Ponte

Filippo Drago è un mugnaio molto particolare: macina grani antichi con mulini a pietra vetusta, cioè non quella moderna fatta con un agglomerato di pietre, ma una vera, anziana ma rimessa a posto e che funziona come una giovinetta.

Potete acquistare le farine e alcuni tipi di pasta dei Molini del Ponte su Ammuìna, con lo sconto del 10%.

I grani che macina Filippo a Castelvetrano, rispondono a nomi affascinanti come Tumminìa, Biancolilla, Russello, Bidì, Perciasacchi, Maiorca e vari altri; sono coltivati in regime biologico o biodinamico da contadini siciliani che l’azienda prende sotto la sua ala protettrice, pagando loro un prezzo giusto e strappando la terra alle quote grano della comunità europea. Prima di essere macinati a pietra antica, a bassa velocità e quindi a bassa temperatura (mai oltre i 36 gradi), i grani vengono selezionati e puliti con macchinari ultramoderni.

Molini del Ponte
via G. Parini – 91022 Castelvetrano (Trapani)
contatti: info@molinidelponte.it, oppure +39 0924 904162

 

Omo Selvatico

Ho conosciuto Enrico e Fulvio Di Giacomo ai tempi del mercato al Giardino dei Cedri, dove vendevano, tra le altre buonissime cose, strepitose confetture di frutti antichi tra i quali alcuni di cui non avevo mai sentito parlare.

Quando finalmente tra un mercato e l’altro sono riuscita a presentargli il nostro progetto, hanno aderito con entusiasmo all’associazione e ai mercati Terrafondai; su tutti i loro prodotti i soci del pasto nudo avranno assicurato un bel 5% di sconto.

Tra le particolarità di cui vi dicevo sopra figurano conserve fatte con frutti e ortaggi come il mirabolano, la zucca patissone, le prugne angeleno, le nespole nostrane, ma anche mostarde di cipolle, peperoncini, pere, cetrioli in agrodolce, e poi idromele, miele di erba medica, farine di grano antico reatino e il mio amato olio di iperico, salvavita per scottature e punture.

Omo Selvatico
Via XX settembre, 34 – 05030 Otricoli (Terni)
contatti: fulrico@yahoo.it, oppure +39 328 2841693

Parannanza

Le stoffe che Pasquale Tarantino Piscitelli utilizza per i suoi straordinari grembiuli e oggetti in tessuto per la cucina e per la casa (“e fuori da essa”, recita il suo slogan) sono recuperate da vecchi corredi o da tessuti da lavoro dell’inizio del secolo scorso, quindi non sono sbiancate, ma trattate solo con metodi naturali.

Trovate alcune delle sue creazioni più esclusive, per un mercato di nicchia, sul suo negozio di Etsy, e su mia precisa richiesta (molto insistente, come potete immaginare) Pasquale sta realizzando una linea più pratica e semplice per il pasto nudo con prezzi più abbordabili, e con il 10% di sconto per noi pastonudisti <3

Pasquale, che conosco da quando eravamo assieme al liceo, ha un passato da stilista con Versace, Alessandro dell’Acqua, Henry Duarte, Carol Christian Poell, e altri. Sono orgogliosa di confidarvi che alcuni dei meravigliosi oggetti unici di Parannanza sono ricamati a mano da… me!! Molto minuziosamente!

Parannanza
Via San Leonardo, 64 – 80044 Ottaviano (Napoli)
contatti: p.piscitelli@yahoo.it, oppure +39 348 3121229

Piccola Bottega Merenda

Questo spaccio di quartiere nasce nell’agosto del 2013, dopo una breve esperienza di lavoro per un franchising che promuoveva cucina e prodotti biologici del Lazio. Giorgio e Giulia portano la campagna laziale agli abitanti della periferia romana, selezionando le piccole realtà artigianali biologiche e biodinamiche certificate, e quelle senza certificazioni che però sono etiche e consapevoli; vi ho raccontato di loro qui sul blog.

Frutta e verdura provenienti da aziende biologiche e biodinamiche, pane fresco a pasta madre, biscotti che ve lo dico a fare, formaggi felici a latte crudo, salumi bradi senza nitrati:  i soci hanno il 5% di sconto su tutti i prodotti.

“I prodotti che portiamo vanno colti, attesi, filtrati, stagionati, munti: per questo motivo non sempre sono disponibili. E stiamo provando a fare tutto questo in 40mq!”. Sono stupendi, colti, giovani, ironici e simpatici. Non gli chiedete cose fuori stagione perché gli fate cadere le braccia, e le loro braccia ci servono!

Piccola bottega merenda
Viale Anicio Gallo 59/61 – 00174 Roma
contatti: info.piccolabottega@gmail.com oppure +39 06 71510455

Poggio della Stella

Simone e Beatrice sono i proprietari di questa bella fattoria sui monti della Tolfa, dove producono verdure, vino bianco e rosso, liquori, sidro di mele, aceto di vino aromatizzato, confetture, mostarde, salse di ortaggi e sottoli, biscotti e crostate.

Sui loro prodotti, che si possono acquistare recandosi direttamente in azienda, a Terrafondai 2017 e negli altri mercati ai quali partecipano (che potete vedere seguendoli sul loro profilo Facebook), i soci del pasto nudo hanno uno sconto del 10%.

Poggio della Stella è anche un agriturismo, dove si possono gustare i piatti della tradizione culinaria del posto, tutto rigorosamente fatto in casa o acquistato sul territorio da produttori di propria conoscenza e fiducia.

Poggio della Stella
strada provinciale Tolfa/Santa Severa (SP 3b), km 17,700 – 00059 Tolfa (Roma)
contatti: info@poggiodellastella.it oppure +39 328 9273184

Quality Service

Qui a casa usiamo l’osmosi inversa da anni, per un sacco di motivi che potete leggere nei post che ho scritto nella rubrica sull’acqua, e in particolare in questo sui minerali. All’epoca abbiamo scelto l’azienda di Paolo Estampi, dopo interrogatori estenuanti di vari giorni; le loro macchine funzionano perfettamente, e loro sono sempre presenti se hai bisogno di assistenza.

Trovate tutta la loro linea Osmopure qui su Ammuìna con lo sconto del 15%.

Non è facile districarsi tra i vari sistemi di depurazione, né – parlando di osmosi – tra le ditte serie e quelle che assemblano le macchine con materiali scadenti (di solito provenienti dalla Cina). Ho conosciuto addirittura una famiglia alla quale era stato montato uno pseudo impianto che non conteneva la membrana filtrante :-P

Quality Service
Strada Statale Cassia km 94,250 – 01027 Montefiascone (Viterbo)
contatti: info@qualityserviceitaly.it oppure +39 0761 1763447 e +39 328 8771156

Riserva San Massimo

Il riso di Dino Massignani potete intravederlo nelle foto che pubblica sul suo profilo facebook, tra cigni, daini e caprioli che brucano l’erba, e anatre e fagiani che nidificano su ciliegi, cachi e pruni che bordano i 600 ettari della Riserva San Massimo (di cui 100 ettari vengono utilizzati per il riso).

Le loro piantine vengono irrigate con acqua di sorgente, e non vengono concimate (tantomeno con i fanghi provenienti dagli impianti di depurazione civili e industriali che tanti usano). I chicchi vengono essiccati a gas, non a gasolio (utilizzato anche nel bio, per perché è molto più economico). Con il gas si può essiccare il riso a una temperatura molto più bassa rispetto a quella convenzionale e mantenere i chicchi integri e compatti (diversamente presentano delle microfessure), in più durante l’essiccazione i metalli pesanti e le paraffine del gasolio non penetrano nel chicco.

La Riserva San Massimo produce Vialone e Carnaroli con metodo integrato (vengono usati solo prodotti permessi dal Parco Ticino, non dannosi per l’habitat e per la salute umana); il loro Rosa Marchetti è invece coltivato con tecniche biodinamiche (non certificato). Trovate il loro riso qui su Ammuìna con lo sconto del 10%.

Dopo l’essiccazione il riso viene stoccato in silos arieggiati e non viene trattato (di solito in questa fase si spruzzano insetticidi sui chicchi); viene poi pilato (cioè raffinato), in piccole quantità, man mano che i clienti lo acquistano, confezionato in atmosfera protetta ed etichettato a mano. I terreni coltivati della Riserva San Massimo sono in conversione bio; trovate altre notizie su di loro anche su youtube.

Riserva San Massimo
Loc. San Massimo – 27027 Gropello Cairoli (Pavia)
contatti: info@riservasanmassimo.net +39 0382 817239

Rubner Haus – Roma

Sono una grande appassionata di costruzioni in legno; sareste sorpresi da quanto possono essere moderne e accoglienti. Non è facile trovare una ditta seria che le costruisca nel modo giusto, usi materiali davvero ecologici e abbia l’esperienza per sapere veramente quello che fa.

La Rubner è un’azienda a conduzione familiare che lavora il legno da novant’anni; i materiali che usano sono certificati e riciclabili (alcuni costruttori usano lana di roccia e fibra di vetro, che sono rifiuti speciali). Ho deciso così di contattare Gianmario Mariniello, che si occupa delle case della Rubner nel Lazio, e gli ho chiesto una convenzione per i soci del pasto nudo. Che ne pensate di uno sconto del 3% sul costo finale della casa dei vostri sogni?

Il legno è un regolatore naturale per l’umidità, assorbe e rilascia l’acqua presente nell’aria e rende gli ambienti interni sensibilmente più confortevoli (per non parlare del profumo magnifico che ha). Una casa di 100 metri quadri viene costruita in 20 giorni, chiavi in mano; consuma pochissimo ed è del tutto antisismica (un plus al momento molto apprezzabile!).

Rubner Haus Roma
Piazza di San Giovanni in Laterano, 26 – 00184 Roma
contatti: gianmario.mariniello@rubner.com, oppure +39 392 5231648

Sabadì

Di Simone Sabaini vi ho già parlato qui sul blog; quest’uomo ha reinventato il cioccolato tradizionale di Modica, stabilizzando le sue qualità per un anno e rendendolo così apprezzabile anche a chi non vive in Sicilia.

Ai soci del pasto nudo Simone ha accordato uno sconto del 5% (i prezzi partono già molto bassi in relazione al prodotto offerto, questo è un punto fermo della produzione Sabadì). Andate a fare scorta di queste meraviglie su Ammuìna, ma attenzione perché tendono a saltarvi addosso!

Tutte le materie prime che Sabadì utilizza sono biologiche, e moltmoltessime sono presìdi Slow food. Nell’ultimo anno si sono aggiunti alla produzione anche torroni molto speciali, anch’essi concepiti con gli stessi parametri (vari tipi di mieli di ape nera slow food, mandorle di Noto, pistacchi di Bronte etc) e caramelle.

Sabadì
Via Resistenza Partigiana, 124 — 97015 Modica (Ragusa)
info@sabadi.it

contatti: +39 0932 906638

Sapori di Ieri

L’azienda di Antonella Finocchi si trova nella Tuscia, sulle colline di Caprarola, alle falde dei monti Cimini, circondata da boschi e nei pressi dell’antichissimo lago vulcanico di Vico. Oltre alle tradizionali coltivazioni di nocciole, castagne e olivi Antonella “alleva” anche erbe aromatiche, ortaggi e alberi da frutto.

Trovate i liquori, le erbe essiccate, le creme di peperoncini. le composte di cipolle, di pepe, di peperoni, i biscotti, le salse per la pasta, le nocciole tal quali e varie altre cose buonissime sul loro negozio di Ammuìna, con il 10% di sconto per i soci del pasto nudo.

Le materie prime usate per i prodotti di Sapori di Ieri sono coltivate all’interno dell’azienda in modo naturale (se ci sono problemi Antonella utilizza al limite propoli, neem e simili); i pochi ingredienti “esterni” (come spezie, uova, farina e quant’altro) sono biologici certificati.

Sapori di ieri
Via Matteo Palmieri, 31 – 00135 Roma
contatti: antonella.finocchi@gmail.com, oppure +39 349 4602350

Semia Bio

Mino Mauro e sua moglie Roberta De Vincenzi coltivano più di 30 diverse varietà di frutta e ortaggi secondo i principi dell’orticoltura biologico-dinamica, nel rispetto dei ritmi delle stagioni e della terra. Hanno api, alberi da frutto, ulivi, e galline di razze antiche che vivono all’aria aperta.

Su tutti i loro prodotti (hanno anche delle pazzesche conserve di verdura) che potete acquistare direttamente sul posto (o contattandoli via mail o sui numeri di telefono che vedete sotto) presentando la tessera avrete il 10% di sconto :-)

L’azienda agricola si estende su una superficie di circa 27 ettari all’interno del parco di Veio: 15 di bosco e prati e 10 coltivati a ortaggi frutta. Mino e Roberta coltivano anche piantine orticole, officinali e aromatiche, esclusivamente per uso interno, per tendere completare il “ciclo chiuso” che la biodinamica porta avanti.

Semia Bio
Via del Prato della Corte, 1602/a – 00123 Roma
contatti: roberta.devincenzi@gmail.com, oppure +39 340 4206775 oppure +39 340 4206753

Solas vernici naturali

Chiunque stia percorrendo l’erta strada della consapevolezza e abbia dovuto verniciare un muro, trattare un oggetto di legno, o passare la cera, e ha cercato un produttore italiano che lo aiutasse a fare queste cose inquinando meno possibile e non avvelenandosi, è inciampato nel bel sito della Solas. L’azienda fa la dichiarazione totale delle materie prime di ogni prodotto, sia in etichetta che in scheda tecnica, nonostante non ci sia obbligo di legge per il settore delle vernici. Utilizzo i loro prodotti da tempi non sospetti; ancora ho il magone per aver dovuto lasciare la nostra casa precedente, con il parquet trattato con il loro olio duro profumato di arancia.

Se siete tra i nostri tesserati, potete acquistare molti dei loro splendidi prodotti su Ammuìna con lo sconto del 10%.

Una delle caratteristiche che più apprezzo della Solas è la possibilità di chiamare un loro esperto in caso di dubbi amletici (e io ne ho un sacco, da buona shakespeariana :-D), sempre disponibile per chiarirli, e oltretutto molto gentile, merce rara di questi tempi!.

Solas vernici naturali
via Regina, 16 – 23870 Cernusco Lombardone (Lecco)
contatti: clienti@solasnet.it oppure: +39 039 9284687

Stefìno

Stefano Roccamo ha aperto il primo Stefìno nel 1998. Vi ho raccontato come produce i suoi meravigliosi gelati in questo post sulla gelateria di Roma (la gelateria madre è a Bologna); ogni singolo ingrediente che utilizza è almeno gluten free e biologico certificato, tutta la filiera è registrata e controllata e proviene principalmente da piccole aziende locali a conduzione familiare, il packaging è biodegradabile e compostabile comprese coppette e cucchiaini, e il cono è bio e senza glutine.

Per motivi etici (Stefano dice che tutti devono potersi permettere le cose buone e sane) i gelati hanno prezzi già molto bassi, quindi in questo caso non c’è sconto per i soci; nondimeno i portatori sani della nostra tessera avranno panna biodinamica gratuita sul gelato da asporto.

Inutile dire che il gelato è strepitoso, c’è un ampia scelta di gusti vegani, e che accanto ai sapori più classici ce ne sono molti particolarissimi, come il wasabi o il tè matcha; l’offerta ruota continuamente, a seconda delle stagioni e della disponibilità.

Stefìno
viale Aventino, 30 – 00153 Roma
contatti: info@stefino.it oppure: +39 06 64420291

Tofu Otani

Non ho mai fatto mistero della mia antipatia per il Tofu, fino a quando non ho conosciuto Fabio Marongiu. Il suo tofu lo avevo assaggiato quasi vent’anni fa in uno dei primi Naturasì di Roma; poi, il buio, fatto di sporadici assaggi di tofu per me immangiabile, fino a quando non l’ho incontrato per caso in uno dei mercati del Giardino dei Cedri.

Trovate i suoi prodotti in alcuni negozi e ristoranti di Roma. Acquistando direttamente da lui, ad esempio nei mercati Terrafondai, presentando la tessera del pasto nudo avrete uno sconto del 10%.

Oltre al Tofu, preparato seguendo la ricetta giapponese, che non prevede additivi e solidificanti sintetici, e usando macchinari artigianali provenienti dal Giappone, cagliato con il nigari, non con il solfato di calcio come i panetti che di solito trovate in commercio, e fresco, con una data di scadenza molto breve, Fabio prepara anche polpette di soia fritte, un latte di soia fresco anch’esso a breve scadenza, creme spalmabili di Tofu e verdure, e il natto, un alimento tradizionale giapponese prodotto facendo fermentare i fagioli di soia.

Tofu Otani
Via Adolfo Croce 32 — 00040 Montecompatri (Roma)
contatti: marobashi@tiscali.it oppure: +39 06 94546207 o +39 347 7111053

Vi-no

Luca La Paglia e Gianluca Minutolo hanno aperto da poco una splendida enoteca a Roma nord; è possibile degustare non solo vini veramente molto interessanti (biodinamici, bio e di aziende ecosostenibili!!), ma anche taglieri di formaggi e salumi felici di tutto rispetto: parliamo di piccoli produttori come Sergio Pitzalis di Bracciano o dei fratelli Stefanoni, una norcineria di Montefiascone che lavora dal 1850 (!) la carne dei propri maiali bradi, nutriti solo con cibo coltivato da loro stessi.

Luca ha alle spalle sedici anni di esperienza nella ristorazione consapevole (parliamo di Palatium, Treebar, Bioparco di Roma, e di un suo ristorante sulla Cassia, la Trattoria del Fosso), e si vede tutta nella cura dei particolari e nella professionalità e nella passione con le quali lavora. Da Vi-no i geniali soci del Pasto nudo avranno un bel 10% di sconto su tutte le consumazioni.

Da un paio di mesi Luca e Gianluca hanno allargato l’enoteca anche all’esterno: nello spiazzo davanti al locale è apparsa una bella pedana di legno con tavolini e divanetti, per bere e chiacchierare al fresco.

Vi-No
Via Serafino Zanoletti, 7 — 00123 Roma
contatti: info@vi-no.it, oppure +39 06 6933 3404

Ti è piaciuto l’articolo? Fai una donazione per sostenere il pasto nudo!

 

10 comments

  1. […] Questo ci sembra il minimo per provare a diffondere maggiormente la cultura del mangiar sano e consapevole. Crediamo veramente in questa rete, ed è bello sapere che in giro per l’italia ci sono tante realtà come la nostra da visitare ed assaggiare (eccone la lista). […]
     

  2. Massimo ha detto:

    Da Marzo 2013 a Padova e’ aperto goodplace.it, negozio biologico online che effettua spedizioni in tutta Italia, tranne che per la frutta e verdura biologica che viene consegnata solo a Padova. Per chi abita vicino alla sede del negozio in via palestro 15, puo’ effettuare l’ordine online e ritirare la spesa di persona evitando i costi del trasporto.

  3. izn ha detto:

    @Massimo: grazie per la segnalazione Massimo, poi magari ne parliamo. Avete anche una pagina facebook per caso?

  4. vik sordi ha detto:

    Ciao Sonia,
    leggendo questi Agriturismi, mi viene di suggerirti un Agriturismo che frequento da più di 20 anni perché è una Azienda Zootecnica di circa 320 Ha. dove gli animali pascolano in libertà. Situato nella Barbagia vicino Nuoro, oltre ad essere un paesaggio meraviglioso sono meravigliosi i pastori e il proprietario. Naturalmente si mangia divinamente ( tutto dell’Azienda certificata Bio).
    Se ti vuoi vedere il sito è questo, di Sebastiano Secchi.

    Se ti trovi da quelle parti non fattelo scappare,
    Ciao vik

  5. izn ha detto:

    @vik sordi: grazie di cuore per la segnalazione caro vik! Vado subito a guardare il sito :-) Ho approfittato per andare a dare anche uno sguardo al tuo e ho visto le tue splendide opere, sono bellissime, complimenti! Sono stampe o olii? :-)

  6. che dire: bello nei contenuti e nella grafica. complimenti
    Federico

  7. izn ha detto:

    @federico santamaria: grazie davvero Federico! Io da parte mia ho fatto un giro sul tuo sito e a questo punto spero vivamente di conoscerti presto :-)

  8. Vea ha detto:

    Ciao, ho una microscopica azienda agricola bio di montagna, dove produco ortaggi, allevo le mie caprette, le asinelle e le galline per le uova. Troppo piccola per collaborazioni pastonudiste, ma se passi da queste parti (anche virtualmente sulla pagina facebook, ma meglio di persona), passa a trovarmi. La Valle dei Mocheni è bellissima…buon lavoro!

  9. […] Partiamo con il weekend del 1 e 2 Novembre, presso La Pampa relais a Melizzano (BN), una delle ultime strutture che la mitica Sonia ha convenzionato con l’Associazione del PastoNudo. […]
     

  10. […] cosa dice di noi sulla pagina dedicata ai vantaggi dei […]

Leave a Reply

Name*

e-Mail * (will not be published)

Website